COD 380 - In Presenza: SUSTAINABILITY MANAGER: UN NUOVO RUOLO PER GLI INGEGNERI


L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma unitamente alla Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri di Roma e alla Sezione Italia Centrale dell’Associazione Idrotecnica Italiana. promuovono il Seminario sul tema: “Sustainability manager: un nuovo ruolo per gli ingegneri”. Il concetto di sostenibilità nasce nella seconda metà del secolo scorso quando era in pieno svolgimento la terza rivoluzione industriale con l’introduzione dell’informatica distribuita nei processi produttivi alla ricerca della massima efficienza, efficacia ed economicità degli stessi. A fronte di un’incredibile aumento della produzione in tutti i settori manifatturieri e di un formidabile incremento del turismo di massa si affacciava con sempre maggior peso l’esigenza di tutelare il benessere delle persone e delle generazioni future. Per la prima volta il concetto di “sviluppo sostenibile” fu introdotto dal rapporto Brundtland, dal nome della coordinatrice della Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo (WCED) che lo aveva pubblicato nel 1987. La sua definizione era la seguente: “lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri”. Da allora si è andata sviluppando sempre con maggior vigore una cultura vera e propria della “sostenibilità” fondata sul principio della responsabilità sociale, ambientale ed economica intrinsecamente correlata a tutte le attività produttive. L’attenzione verso la sostenibilità si è sviluppata anche sotto il profilo giuridico e normativo con l’emissione di numerose norme a livello nazionale, europeo e mondiale. Recentemente il Regolamento UE 2020/852 ha introdotto nel sistema normativo europeo la tassonomia delle attività economiche eco-compatibili; una classificazione delle attività che possono essere considerate sostenibili in base all’allineamento agli obiettivi ambientali dell’Unione Europea ed al rispetto di alcune clausole di carattere sociale. Sono stati dettagliati i criteri tecnici che permettono di stabilire a quali condizioni ciascuna attività economica fornisce un contributo sostanziale ad almeno uno dei sei obiettivi ambientali identificati senza arrecare danni significativi a nessuno degli altri cinque secondo il principio del “Do no significant harm – DNSH. In questo scenario rientra la recente introduzione dei manager della sostenibilità. Dalla manifattura ai servizi passando per i trasporti, l’energia e l’agroalimentare, sempre più aziende contano in organico profili manageriali dedicati al buon governo della transizione sostenibile. Il fenomeno è particolarmente visibile nelle grandi aziende che hanno più margine di sviluppo di strutture ad hoc. Sempre di più i sustainability manager entrano nei processi decisionali, di programmazione strategica e di accelerazione trasformativa. Spesso sono in contatto diretto con il board e soprattutto hanno la missione di integrare la sostenibilità nei processi aziendali predisponendo il cosiddetto piano strategico di sostenibilità. I manager della sostenibilità stanno assumendo sempre più un ruolo guida per i colleghi, promuovendo una cultura manageriale sostenibile etrasferendo la consapevolezza che la transizione in atto creerà nuove opportunità e nuovi mestieri. Opportunità che, in questo momento di transizione, è offerta dalle numerose iniziative previste dal Piano di Ripresa e Resilienza (PNRR) varato dal governo italiano e presentato alla Comunità Europea in attuazione del piano europeo Next Generation EU. Nel seminario verranno tracciate infine alcune prospettive per gli ingegneri nei vari settori chiave della transizione ecologica e digitale delineati chiaramente dallo stesso PNRR.

Inizio e durata del corso

Inizio del corso: 09/06/2022 - Durata del corso: 3 ore

Programma

Scarica la locandina

Per iscrizioni, disponibilità, costi, requisiti di ammissione


Vai alla pagina dell'evento


Metodi di pagamento

E' possibile procedere al pagamento per la partecipazione agli eventi di formazione esclusivamente online sul sito www.foir.it, al momento dell'iscrizione.


Info

Orari apertura uffici

Lun 09:30 - 12:30 14:30 - 17:30
Mar 09:30 - 12:30 14:30 - 17:30
Mer 09:30 - 12:30 14:30 - 17:30
Gio 09:30 - 12:30 14:30 - 17:30
Ven 09:30 - 12:30 pomeriggio chiuso
Sab 09:30 - 12:30 pomeriggio chiuso
Dom chiuso

La Segreteria dell'Ordine chiude alle ore 16.00

torna all'inizio del contenuto